La sindrome

La sindrome

La sindrome di Alport fu descritta per la prima volta dal Dott. Cecil Alport in un articolo dal titolo Hereditery Familial Congenital Haemorrhagic Nephritis pubblicato su The British Medical Journal nel Marzo del 1927. In questo articolo veniva riportato il caso di una famiglia già studiata da Hurst e Guthrie in cui era stata riscontrata la presenza di numerosi casi di ematuria associata a sordità di vario grado.

Alport aveva notato che i maschi avevano, oltre all’ interessamento uditivo, anche un quadro renale molto più grave che portava i più ad un exitus in età giovanile, mentre le femmine generalmente presentavono ipoacusia ed ematuria senza compromissione renale. Nell’articolo si supponeva che i componenti di questa famiglia avessero una particolare suscettibilità al danno indotto dalle tossine prodotte da un patogeno sconosciuto, si ipotizzava uno streptococco. Nel 1961 questa malattia prese il nome di Sindrome di Alport.

“Ogni giorno è un giorno in più per amare, un giorno in più per sognare, un giorno in più per vivere” Cit. Padre Pio

Info sull'autore

archimedia administrator